E poi riesci a respirare solo se c’è lei…l’aria, la voglia di vivere…

E poi riesci a respirare solo se c’è lei…l’aria, la voglia di vivere…

CANCRO: Possibile guarire?
Guarire dal cancro oggi è possibile, non più solo «lungosopravviventi o survivors», ma anche guariti!
È ormai tempo che questa parola venga utilizzata perché i numeri e le statistiche lo dicono: guarire dal cancro è possibile. Nonostante il crescente tasso di incidenza della malattia, la sempre maggior efficacia delle terapie e la sempre maggior adesione ai programmi di screening per la diagnosi precoce hanno notevolmente cambiato la prognosi delle patologie tumorali, con la progressiva e costante crescita del numero di malati cronici e di persone guarite. Questo rappresenta un’inversione di tendenza rispetto allo stigma – purtroppo ancora molto diffuso – cancro uguale morte. Conseguentemente sorgono una serie di interrogativi in merito alla condizione in cui versano le persone guarite, dal punto di vista sanitario, sociale ed economico. Queste persone, insieme ai malati oncologici cronici rappresentano oggi la nuova disabilità di massa con una serie di bisogni espressi ed inespressi e con l’esigenza di veder riconosciute tutele giuridiche mirate alla peculiarità e complessità delle patologie neoplastiche, anche al fine di evitare la dolorosa emarginazione troppo spesso generata dall’ignoranza.

F.A.V.O. ottiene l’istituzione della Giornata Nazionale del Malato Oncologico
È alla luce di queste considerazioni che F.A.V.O. ha richiesto ed ottenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – nel 2006 – , ritenuta l’opportunità di promuovere una giornata orientata a focalizzare l'attenzione sui problemi della persona malata di cancro e di quanti sono coinvolti direttamente o indirettamente nel vissuto della medesima, in analogia a quanto già avviene in Canada e negli Stati Uniti con il National Cancer Survivors Day, l’istituzione della Giornata Nazionale del Malato Oncologico, che viene celebrata ogni terza domenica di maggio. Istituzione avvenuta poi con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 19.01.2006, modificata sucessivamente con Direttiva del 5 marzo 2010 - G.U. 15 -4-10.
Essa rappresenta il cuore dell’attività della FAVO ed è dedicata al malato, agli ex malati, ai sopravvissuti al cancro e a tutti coloro che hanno vissuto da vicino la malattia condividendone ansie, preoccupazioni, speranze.
Nell'ambito di tale giornata, infatti, le amministrazioni pubbliche e gli organismi di volontariato si impegnano a promuovere, attraverso idonee iniziative di sensibilizzazione e solidarietà l'attenzione e l'informazione sui problemi della persona malata di cancro e di quanti sono coinvolti direttamente o indirettamente nelle vicende della medesima, al fine di sviluppare politiche pubbliche e private che allarghino le possibilità di guarire dalla malattia o, quantomeno, di conviverci con dignità.

Dati statistici di guarigione delle persone affette da malattie oncologiche
In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti dal cancro. Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo. Questi dati sono confermati anche dalla Associazione italiana registri tumori (AIRTUM), la quale ha affermato che negli ultimi anni sono complessivamente migliorate le percentuali di guarigione: nello specifico, secondo una attenta analisi da parte della associazione, il 63% delle donne e il 57% degli uomini è vivo a cinque anni dalla diagnosi.
I dati dell’Associazione Italiana dei Registri Tumori raccolti nel Rapporto AIRTUM 2014 indicano un costante aumento del numero degli italiani che vivono dopo una diagnosi di tumore: il loro numero aumenta di circa il 3% l’anno. Il numero di prevalenti, che era di 2 milioni e 600 mila nel 2010, è aumentato sino a 3 milioni nel 2015. Un prevalente su quattro può considerarsi guarito, perché è tornato ad avere la stessa aspettativa di vita della popolazione generale. Diverse note di cautela, tuttavia, devono accompagnare l’interpretazione di questi risultati. La principale limitazione riguarda il fatto che tutte le stime presentate, in particolare quelle della frazione di guarigione e del tempo di guarigione, rappresentano delle medie riferite a gruppi di popolazione, cioè ad un ampio numero di pazienti seguiti nel tempo, avendo assunto alcune approssimazioni. Queste stime, inoltre, sono esclusivamente quantitative e valutano quando il rischio di morte dovuto al tumore diventa trascurabile, senza esaminare indicatori altrettanto importanti della qualità della vita o la presenza di eventuali disabilità successive alla malattia. Finora pochi studi hanno presentato stime degli indicatori di sopravvivenza a lungo termine e di guarigione dopo i tumori e la scelta di un livello di sopravvivenza di lungo periodo, raggiunto il quale un paziente possa definirsi guarito, rimane ancora arbitrario Tuttavia il livello qui considerato, cioè la sopravvivenza relativa condizionata a 5 anni >95%, è lo stesso utilizzato da diversi studi, quindi consente una confrontabilità con i risultati ottenuti in altri Paesi.

Si può lottare contro le malattie oncologiche grazie alla adesione alla campagna di screening.
Questo successo è merito soprattutto della maggiore adesione alle campagne di screening, che, come affermato pocanzi, consentono di individuare la malattia in uno stadio iniziale, e della maggiore efficacia delle terapie. Molti tumori potrebbero, infatti, essere prevenuti o diagnosticati in tempo se tutti adottassero stili di vita corretti e aderissero ai protocolli di screening e diagnosi precoce.
I risultati della ricerca sperimentale, i progressi della diagnostica, della medicina e della chirurgia, le nuove terapie contro il tumore, stanno mostrando effetti positivi sul decorso della malattia, allungando, anche sensibilmente, la vita dei malati senza speranza di guarigione.

Lotta difficile e coraggiosa contro la “nuova disabilità di massa”.
Ma, se da una parte i vantaggi del progresso scientifico hanno cancellato l’ineluttabile equazione “cancro uguale morte”, dall’altra sono sorti nuovi problemi che riguardano proprio la vita dei malati: uomini e donne di qualsiasi età, di qualsiasi condizione sociale, sono diventati i protagonisti di una lotta al proprio cancro che coinvolge quotidianamente il loro corpo e la loro mente. Si tratta di una lotta difficile e coraggiosa contro quella che le associazioni di volontariato oncologico federate nella F.A.V.O. hanno definito la “nuova disabilità di massa”, in quanto il prolungamento della vita dei malati che non guariscono costituisce un problema sociale di grande rilevanza.
Accesso alle terapie, riabilitazione e qualità della vita, difficoltà nel rapporto medico-paziente, cure palliative e terapia del dolore, diritti sul lavoro, corretta informazione ai pazienti: sono solo alcune delle problematiche sollevate e approfondite ogni anno attraverso specifiche sessioni. Proprio per questo, grazie al forte richiamo mediatico che esercita, la Giornata rappresenta l’irripetibile occasione di portare all’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica le istanze e i bisogni dei malati oncologici e dei loro familiari.
Lungi dall’essere proposta come celebrazione puramente compassionevole delle sofferenze, delle difficoltà, delle esigenze e dei diritti dei malati di cancro, la Giornata è, invece, una vera e propria celebrazione della vita da parte di chi ha imparato ad amarla ed a difenderla con la forza del dolore, avendo paura di perderla.

E poi riesci a respirare solo se c’è lei…l’aria, la voglia di vivere….. (-Cit.-)

XII giornata nazionale del malato oncologico
L'edizione di quest'anno, la dodicesima, toccherà alcuni dei temi chiave nell'attualità dell'oncologia italiana.
L'evento si terrà a Roma, dal 18 al 21 maggio 2017. I lavori saranno aperti come di consueto con la presentazione dell'9° Rapporto sulla condizione assistenziale del malato oncologico, presso la Sala degli Atti Parlamentari della Biblioteca del Senato della Repubblica, e proseguiranno con le sessioni di approfondimento presso il Centro congressi “Roma Eventi – Fontana di Trevi” in Piazza della Pilotta 4.
In occasione proprio della XII Giornata del malato oncologico, sabato 20 maggio alle ore 11, presso la sala consiliare del Comune di Sorrento, in piazza Sant’Antonino, si terrà anche un convegno dal titolo “La salute allo specchio. L’importanza dei trattamenti estetici per le donne in chemioterapia”, organizzato dall’assessorato e dalla commissione alle Pari Opportunità, su proposta del consigliere comunale Desiree Ioviero.

Leonardo Cenci, illustre premiato con il Cedro d’Oro nella Giornata Nazionale del Malato Oncologico.
ROMA – Leonardo Cenci è stato premiato con il “Cedro d’Oro“. Gli è stato conferito questa mattina (giovedì 18 maggio), presso la sala degli Atti Parlamentari in Senato a Roma, in occasione della “Giornata Nazionale del Malato Oncologico”.
Il premio viene assegnato ogni anno a personalità che si sono contraddistinte per il loro contributo quotidiano nella lotta contro il cancro e rappresenta il simbolo della Giornata dei malati oncologici che celebra la forza di quanti, colpiti dal tumore, lottano per la vita e per la dignità della vita.
Leonardo ha ricevuto il premio su decisione del Comitato Esecutivo della Favo che ha deciso di conferirglielo “per la sua continua preziosa testimonianza e per il costante grande impegno nel promuovere la pratica sportiva nei protocolli di terapia antitumorale”.
“Sono molto onorato di aver ricevuto questo riconoscimento – commenta il presidente di Avanti Tutta onlus – perché è un premio internazionale molto importante. Anche la motivazione con cui mi è stato assegnato rispecchia in pieno la mission dell’associazione”.

Fonti
- https://www.favo.it/giornata-nazionale-malato-oncologico.html 
- http://gazzette.comune.jesi.an.it/2006/49/2.htm 
- http://www.gazzettaufficiale.it/gunewsletter/dettaglio.jsp?service=1&datagu=2010-04-15&task=dettaglio&numgu=87&redaz=10A04579&tmstp=1271413912460 
- http://www.ncsd.org/ 
- http://www.ncsd.org/news-1/Cancer-Survivors-Local-Communities-to-Celebrate-30th-Annual-NCSD 
- http://www.registri-tumori.it/PDF/AIOM2016/I_numeri_del_cancro_2016.pdf 
- http://www.ilgazzettinovesuviano.com/2017/05/17/estetici-chemioterapia-sorrento/ 
- http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=50633 
- http://www.umbriajournal.com/apertura/a-leonardo-cenci-il-cedro-doro-nella-giornata-nazionale-del-malato-oncologico-236255/ 
- http://www.umbriadomani.it/umbria-in-pillole/leonardo-cenci-premiato-con-il-cedro-doro-146185/ 

 

 

Contattaci

Compila subito il form seguente,
ti ricontatteremo al più presto.

autorizzo il trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Dichiaro di aver letto informativa sulla Privacy  Si No