La scelta più ardua: badante o casa di riposo?

La scelta più ardua: badante o casa di riposo?

Ecco una delle domande che attanaglia maggiormente i famigliari di una persona anziana, appena ci si rende conto che non sarà più autosufficiente.

Il lavoro e la frenesia della vita di oggi rendono impossibile un'assistenza continuativa da parte di figli o nipoti, così come succede a una mamma che si trova obbligata a scegliere una baby-sitter. Si inizia, quindi, a pensare a quali scelte siano migliori, sia economicamente che per una questione morale. 

Badante o Casa di riposo?

E' consigliabile, lo dicono i medici, mantenere il più possibile, per una condizione psico-fisica migliore, l'anziano in casa propria. Le sue "cose", le sue abitudini, la sua autonomia (anche se in decadimento), aiutano l'anziano a non sentirsi abbandonato e, in molti casi, ciò posticipa addirittura eventuali problematiche cognitive.

Ecco perchè sempre più italiani scelgono la badante. Ma non è una scelta universale, ogni persona ha la sua esigenza, ogni famiglia ha le sue necessità.

Entrambe le possibilità possono recare danni o portare giovamento. Una badante fidata o una buona casa di riposo che stimoli ad attività, questi sono i fattori di maggior importanza.

Vi proponiamo un articolo di Marianna Gianforte, attualmente giornalista presso una rete televisiva abruzzese, che intervista il primario di geriatria dell'ospedale San Salvatore dell'Aquila, Dottor Pozone, per aiutare chi sta prendendo questa scelta a ponderare bene entrambe le possibilità.

Leggi l'articolo: http://www.unich.it/sites/default/files/allegati/24-06-2014/19879.pdf 

 

Contattaci

Compila subito il form seguente,
ti ricontatteremo al più presto.

autorizzo il trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Dichiaro di aver letto informativa sulla Privacy  Si No